Scaldacqua a pompa di calore: guida all’acquisto

Quando si acquista un nuovo scaldaacqua è importante scegliere la tipologia e la dimensione più adatta; anche uno scalda acqua troppo grande non è detto sia la scelta migliore.
Le opzioni che si possono presentare sono:
scaldacqua istantaneo: comporta l’utilizzo di un bruciatore di grande potenza che deve essere in grado di riscaldare velocemente l’acqua.
scaldacqua solare termico: nei periodi primaverili ed estivi, se si ha la possibilità di esporre i pannelli solari in modo adeguato, consente di produrre l’acqua calda gratuitamente sfruttando l’energia del sole. Nei restanti periodi dell’anno il sistema dovrà essere integrato con un’altra fonte energetica.
scaldacqua a pompa di calore sia aria-acqua che termodinamico: consentono di sfruttare l’energia presente nell’ambiente, tipicamente nell’aria, e di trasferirla ad un boiler di acqua con un consumo ridotto di energia elettrica.

Per una scelta appropriata della tipologia, delle dimensioni del bollitore e del luogo idoneo all’installatore consulta un installatore qualificato.

Gli italiani preferiscono l’accumulo termico di energia a quello elettrico

Scaldacqua a pompa di calore: come risparmiare?